L’Arte della Lettura: verso il Festival di Filosofia 2015

Laboratorio rivolto agli Studenti Universitari

Il Teatro Stabile della Sardegna e l’Associazione culturale Athena
propongono agli Studenti Universitari il laboratorio “L’arte della Lettura”,
che si inserisce nell’ambito del progetto
“La bottega delle arti e del pensiero: verso il Festival di Filosofia”.

Durante gli incontri verranno approfonditi, con esercizi pratici, i modi
e le tecniche dell’espressione vocale nell’ambito della lettura in pubblico.
Il laboratorio sarà incentrato su una serie di testi, connessi alle tematiche
di “Incendi” di Wajdi Mouawad, che verranno poi sviluppati nel corso del
Festival di Filosofia 2015.

L’opera verrà inoltre messa in scena dal Teatro Stabile della Sardegna e il
laboratorio sarà finalizzato alla organizzazione di alcuni incontri pubblici.

Il laboratorio sarà strutturato come segue:
• Destinatari: gli studenti dell’Università di Cagliari
(saranno ammessi, in numero da stabilire, anche studenti dei licei)
• Gli incontri: ogni mercoledì, dal 14 gennaio al 6 maggio 2015, dalle ore 17 alle 20
• Le letture pubbliche: dall’8 aprile al 6 maggio – a seguito delle sedute del laboratorio –
Durante gli incontri pubblici verranno condotte, dagli studenti e dagli attori della compagnia, delle letture alle quali si affiancheranno i commenti critici degli studenti.
• Numero massimo di partecipanti: 15 studenti

Incendi è un copione contemporaneo di straordinaria potenza:
l’autore Wajdi Mouawad lasciò la terra natale, il Libano, all’età di otto anni per sfuggire con la famiglia alla terribile guerra civile che devastò il paese a partire dal 1975. Drammaturgo, regista, attore, tra i più in vista della sua generazione, vive ora nel Quebec canadese.
Incendi, parte di una tetralogia sul tema della memoria, ripercorre i sentieri di quella terra dell’infanzia tra i fuochi di una guerra fratricida che sembra non avere mai fine, ed è insieme un cammino di conoscenza alle origini di sé, della propria identità, dei propri padri.
Mouawad ci fa rivivere la sconvolgente realtà della guerra in Medioriente, che tutti i giorni è sotto i nostri occhi, mostrando la brutalità del mondo ma anche la forza irresistibile della vita e dell’amore, come se appartenessero a un unico mitico sentiero che il nostro piede continua a percorrere in un cammino infinitamente circolare.

Per iscriversi al laboratorio sarà necessario compilare la domanda di partecipazione, scaricabile dal sito www.teatrostabiledellasardegna.it , ed inviarla
per e-mail a [email protected] , o consegnarla compilata presso l’infopoint del Teatro Massimo (viale Trento 19, lunedì -venerdì orario 10/13 16/19)