La tartaruga verde salvata nello stagno oristanese dai bravissimi operatori: ora può nuotare libera

“La nostra professione non smette di regalarci sorprese e meraviglie”, raccontano i ragazzi che l’hanno liberata

Salvato un raro esemplare, per le nostre latitudini, di Tartaruga Verde ( Chelonia Mydas ). Ieri notte è stata soccorsa e trasportata nella clinica veterinaria Duemari. Un ritrovamento eccezionale avvenuto nello stagno oristanese di S’Ena Arrubia, salvata dai pescatori che l’hanno recuperata dalla rete quasi affogata. “Bellissima completamente vegetariana o quasi a differenza della più comune Caretta Caretta che non disdegna pesci e molluschi. È una di quelle che nuota libera nel nord Africa vicino ai sub – spiegano gli operatori della clinica – per noi la prima volta che vediamo un esemplare di Tartaruga Marina di questa specie. La nostra professione non smette di regalarci sorprese e meraviglie”.


In questo articolo: