La Sindone, segno di una presenza: a Quartu una copia del Telo

Una copia a grandezza naturale del Telo, proveniente dal Centro Internazionale di Sindonologia di Torino, accompagnerà l’intero appuntamento previsto a Quartu per sabato 10 e domenica 11 marzo 2018

La Basilica di Sant’Elena Imperatrice, a Quartu, si prepara ad ospitare il 10 e 11 marzo una due giorni di meditazioni quaresimali alla luce della Sindone.

Una copia a grandezza naturale del Telo, proveniente dal Centro Internazionale di Sindonologia di Torino, accompagnerà l’intero appuntamento. Il lenzuolo farà il suo ingresso processionale in Basilica nel pomeriggio di sabato 10 marzo per essere poi posto sopra l’altare maggiore dove resterà fino alla sera del giorno seguente, domenica 11 marzo, quando Paolo Pomata, specializzato in Studi Sindonici e Delegato del CIS per il Centro Italia e la Sardegna, condurrà la conferenza “La Sindone. Segno di una presenza”.

Nell’occasione si ripercorreranno le tappe principali della storia di questo straordinario oggetto di devozione e studio, nonché prezioso strumento di meditazione sul cuore della fede cristiana: passione, morte e resurrezione di Cristo.

Il Programma:

Sabato 10 Marzo alle ore 19.00 per “La Sindone in Basilica” si esibiranno:

Il gruppo Quarto Domino del Centro Culturale Campidano, con il “Pianto della Madonna di Antonio Maria da Esterzili”.
La Polifonica Quartese, diretta dai maestri Daniela Porru e Luigi Delogu, con brani di polifonia sacra e canti gregoriani.
Il Coro di Bosa con “Canti a Traggiu” della settimana santa di Bosa.

Domenica 11 alle ore 19.00

Paolo Pomata, specializzato in Studi Sindonici e Delegato del CIS per il Centro Italia e la Sardegna, condurrà la conferenza “La Sindone. Segno di una presenza”.