La Sardegna Brilla al Campionato Italiano di Kung Fu e alla Coppa Italia Taolu Moderno

PUBBLIREDAZIONALE. Gli atleti dell’isola hanno dominato molte delle competizioni, portando a casa un impressionante bottino di 13 medaglie: 4 ori, 7 argenti e 2 bronzi. Tra i più premiati, l’A.S.D.C. Accademia Culture Orientali di Cagliari si è distinta particolarmente con Mark Secci, che ha conquistato 2 ori e 2 argenti, e Matteo Murenu, che ha ottenuto un oro.


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

La Sardegna Brilla al Campionato Italiano di Kung Fu e alla Coppa Italia Taolu Moderno

Il Campionato Italiano di Kung Fu Tradizionale e la Coppa Italia Taolu Moderno, svoltisi il 20 e 21 aprile 2024 a Pordenone, hanno messo in luce il talento degli atleti provenienti da tutte le regioni d’Italia. In questa edizione, il palazzetto dello sport di Pordenone è stato teatro di oltre 400 eventi, che hanno visto un notevole successo degli atleti sardi sotto la guida del Maestro Giancarlo Manca, direttore tecnico della Nazionale Italiana per il tradizionale (FIWUK).

Gli atleti dell’isola hanno dominato molte delle competizioni, portando a casa un impressionante bottino di 13 medaglie: 4 ori, 7 argenti e 2 bronzi. Tra i più premiati, l’A.S.D.C. Accademia Culture Orientali di Cagliari si è distinta particolarmente con Mark Secci, che ha conquistato 2 ori e 2 argenti, e Matteo Murenu, che ha ottenuto un oro.

Oltre ai campioni dell’A.S.D.C. Accademia Culture Orientali di Cagliari, anche altre scuole hanno brillato: l’ASD TaoChiQuan di Selargius ha celebrato gli argenti di Elisa Floris e Anna Loddo, l’ASD YoulitaiKungfu di Assemini ha visto Valerio Zedda salire sul gradino più alto del podio, mentre Vanessa Pasquavaglio e Sonia Abbis hanno ottenuto l’argento e Ivo Zedda il bronzo.  Anche l’ASD Wudang Kung Fu di Carbonia ha fatto la sua parte, con Viola Bartolo e Caterina Locci che hanno entrambe guadagnato l’argento.

In vista dei prossimi campionati Europei di Wushu Tradizionale in Svezia, il direttore tecnico Manca ha annunciato la selezione degli atleti che rappresenteranno l’Italia: oltre a Matteo Murenu di Cagliari, saranno presenti i fratelli Ivo e Valerio Zedda e Sonia Abbis di Assemini. Questa scelta riflette non solo il loro eccellente rendimento a Pordenone, ma anche la loro costante dedizione e passione per il Kung Fu.

“Questi risultati rappresentano la conferma che il lavoro di squadra, la dedizione e la passione sono fondamentali,” ha commentato Manca, visibilmente soddisfatto delle prestazioni. “Siamo pronti a portare il nostro spirito combattivo e la nostra maestria tecnica sui palcoscenici internazionali.”

Il prossimo appuntamento per gli appassionati di arti marziali sarà a Selargius per il Trofeo Giovanile, che si terrà il 1° e 2 giugno 2024. Questo evento rappresenta un’ulteriore opportunità per i giovani atleti Sardi di mostrare il loro talento e continuare a crescere nel percorso delle arti marziali.