La cucina sulla spiaggia? Non segnalata: maxi multa al titolare di uno stabilimento di Sant’Anna Arresi

I locali per preparare piatti sulla spiaggia di Porto Pino? Mai segnalati al Comune, scatta la stangata dei carabinieri e il sequestro: tutti i dettagli

Nella mattinata di ieri, a Porto Pino i carabinieri delle stazioni di Giba, Santadi e San Giovanni Suergiu unitamente ai carabinieri del Nas di Cagliari, hanno svolto un nuovo articolato servizio di controllo delle spiagge e degli stabilimenti balneari, verificando in particolare la regolarità delle autorizzazioni ad esercitare dei lidi e dei servizi di ristorazione , il rispetto dei protocolli in materia di contrasto alla diffusione del virus Covid e, più in generale, di quella in materia sanitaria.

 

Durante le attività di controllo condotte su alcuni stabilimenti che esercitano ristorazione, è emerso, grazie agli accertamenti dei militari del Nas che una delle strutture balneari aveva omesso di comunicare all’ufficio comunale di Sant’Anna Arresi la presenza presso il proprio chiosco di ambienti e attrezzature destinate alla preparazione e somministrazione di alimenti e bevande. A seguito di tali irregolarità amministrative, i locali adibiti a cucina sono stati sequestrati amministrativamente ed è scattata a carico del gestore una sanzione pecuniaria di circa mille euro.


In questo articolo: