La Base a Pigliaru; revocate subito i direttori generali dell’Asl

Interrogazione urgente di Arbau


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

Il consigliere regionale de La Base, Efisio Arbau ha presentato questa mattina una interrogazione urgente al Presidente della Regione Francesco Pigliaru e all’Assessore della Sanità Luigi Arru, con richiesta di revoca delle nomine dei direttori generali delle ASL.

Nel 2013, infatti, la spesa delle Asl sarde ha sfondato il tetto massimo di 2,4 miliardi stabilito dalla conferenza Stato-Regioni, andando oltre i 3 miliardi e confermandosi fuori controllo e deficitaria come negli anni precedenti. 

Lo stesso discusso passaggio in Consiglio regionale dell’aumento del fondo sanitario regionale per ulteriori 115 milioni di euro, con l’assessore competente che paventava il blocco dei servizi ospedalieri e delle Asl, rappresentano l’emblema dell’assenza di una visione strategica della politica sanitaria.

Insomma, ci sono tutte le condizioni, secondo Arbau, per applicare “la legge regionale n. 6 del 2012, all’art. 3, comma 1, dove stabilisce che: ‘a partire dall’anno 2012 il Servizio sanitario regionale non è finanziabile in deficit’. Ed al comma 2 recita inoltre: ‘la regione risolve il contratto dichiarando la decadenza del direttore generale che non raggiunga la percentuale minima preventivamente fissata secondo criteri omogenei predefiniti ed uniformi nel territorio regionale, degli obiettivi definiti dall’Amministrazione regionale per il periodo considerato nel quadro della programmazione regionale, con particolare riferimento all’efficienza, efficacia e funzionalità dei servizi sanitari, e l’equilibrio economico finanziario di bilancio rispetto alla preventiva assegnazione delle risorse finanziarie’”.

Lo stesso “contratto di lavoro dei direttori generali della ASL, all’articolo 7, prevede esplicitamente, tra le cause di risoluzione, con conseguente decadenza dall’incarico, le ipotesi in cui ‘ricorrano gravi motivi o la gestione presenti una situazione di grave disavanzo’ e in “caso di mancato raggiungimento degli obiettivi individuati come essenziali dagli atti di programmazione regionale’”.

Pertanto nell’interrogazione l’esponente de La Base, chiede al Presidente e all’assessore “di fornire al Consiglio regionale ed ai sardi una chiara e completa informazione su tutti gli aspetti inerenti la passata gestione amministrativa, economico-finanziaria dei direttori generali ed in particolare sull’ammontare dei passivi afferenti i bilanci delle Asl”; e di “procedere alla revoca immediata, anche tramite le normali prassi di valutazione stabilite nel rapporto contrattuale dei direttori generali delle Asl, delle relative deliberazioni di nomina per quei direttori generali che si siano resi inadempienti nel raggiungimento degli obiettivi previsti dalla normativa nazionale e regionale, con particolare riguardo al contenimento della spesa, nel mantenimento e ove possibile il miglioramento degli standard assistenziali, in risposta ai crescenti bisogni sociali e sanitari della popolazione”.

 


In questo articolo: