Ingressi scaglionati e contingentati, rientro a scuola regolare a Quartu

Il Sindaco Delunas: “Auspico senso di responsabilità 
affinché venga tutelata la salute di tutti i quartesi”

Dopo mesi di stop forzato a causa dell’emergenza sanitaria da Coronavirus, durante i quali si è dovuto procedere con la didattica a distanza, e dopo i mesi di pausa estiva, ieri anche a Quartu la maggior parte degli istituti scolastici hanno riaperto i cancelli per l’avvio del nuovo anno.

“Il primo giorno del nuovo anno scolastico si è svolto regolarmente in tutti gli edifici non impegnati come seggi elettorali, con ingressi scaglionati e contingentati, nello scrupoloso rispetto delle norme anti-contagio da Coronavirus – spiega l’Assessora alla Pubblica Istruzione Elisabetta Cossu -. Pur consapevoli che sarà un anno denso di difficoltà e di incognite sono certa che con l’impegno e la collaborazione di tutta la comunità scolastica si riuscirà a superare questo preoccupante periodo emergenziale”.

Sulla stessa lunghezza d’onda il Sindaco Stefano Delunas: “Auspico con ottimismo che tutti gli alunni e le rispettive famiglie mostrino come sempre senso di responsabilità e condivisione al fine di tutelare la salute di tutti, permettendo ai nostri studenti di frequentare le lezioni nelle rispettive scuole”.

Fra pochi giorni, venerdì 25 settembre riapriranno le porte anche tutti i plessi che in questi giorni sono stati sede di seggio elettorale. Nella stessa data prime campanelle anche nella scuola di via Firenze, dove sono terminati i lavori Iscol@ e si sta procedendo a un intervento di igienizzazione e sanificazione.

Inoltre entro la fine del mese di settembre c.a. anche gli alunni di via Bach saranno trasferiti nella scuola di via Scarlatti per i lavori Iscol@ e potranno così iniziare regolarmente le rispettive lezioni all’interno di un edificio confortevole, con aule e spazi adeguati.

La programmazione messa a punto dall’Assessorato, e quindi la ripartizione degli studenti tra i vari plessi nella disponibilità del Comune, ha permesso di non ricorrere all’utilizzo delle palestre o di altre strutture in affitto. Entro la prima settimana di ottobre sono infatti previsti ulteriori lavori per la messa  in sicurezza delle aree cortilizie, affinché i nostri studenti possano usufruire anche di adeguati spazi all’aperto, utili ai fini del completamento del programma formativo. 


In questo articolo: