“In Sardegna, da giovedì, continui sbarchi di algerini. Con bagagli e borse senza alcun controllo o ostacolo”

“Come sono ripresi gli sbarchi  a Lampedusa, riprendono gli sbarchi in Sardegna, con oltre 60 arrivi di cittadini  algerini, tra Porto Pino e Sant’Antioco. Ma nelle prossime ore si attendono altre imbarcazioni e gli arrivi potrebbero superare le 100 unità”, la denuncia del deputato Deidda di Fdi

Immigrazione,  Deidda (Fdi) attacca: “In Sardegna, da giovedì, continui sbarchi di algerini. Con bagagli e borse senza alcun controllo o ostacolo”.

“Come sono ripresi gli sbarchi  a Lampedusa, riprendono gli sbarchi in Sardegna, con oltre 60 arrivi di cittadini  algerini, tra Porto Pino e Sant’Antioco. Ma nelle prossime ore si attendono altre imbarcazioni e gli arrivi potrebbero superare le 100 unità.  Come riportano gli organi di stampa locali, gli immigrati sono arrivati senza alcun disturbo e le forze dell’ordine sono state avvisate dai cittadini sardi.  Insomma, nessun controllo e nessuna certezza di chi sia effettivamente arrivato. Ancora una volta porrò la questione in Parlamento, visto che sino ad oggi hanno promesso interventi ma nessuna misura è stata efficace e il fenomeno sempre sminuito e tenuto in poca considerazione. L’unico accordo con l’Algeria da ricercare è il controllo delle frontiere marittime con la nostra Marina, quella Algerina e l’avallo delle Autorità internazionali. Il problema non è solo sardo ma nazionale ed europeo perché dopo la nostra Isola, cercheranno di scomparire nel resto del territorio italiano. Gli Amministratori locali e i cittadini chiedono sicurezza. Il Centro di Monastir non lo è come non è sicuro lasciar sbarcare senza alcun controllo. dichiara Salvatore Deidda, deputato di Fratelli d’Italia


In questo articolo: