Il sindaco di Castiadas: “Ampliate le concessioni demaniali, salviamo i lavoratori del turismo”

Il futuro delle spiagge è con stabilimenti balneari più grandi, anche per rispettare le distanze, e dunque spiagge meno libere? C’è da salvare un economia in ginocchio. Per questo il sindaco di Castiadas Eugenio Murgioni lancia un appello

Il sindaco di Castiadas: “Ampliate le concessioni demaniali, salviamo i lavoratori del turismo”. Il futuro delle spiagge è con stabilimenti balneari più grandi, anche per rispettare le distanze, e dunque spiagge meno libere? C’è da salvare un economia in ginocchio. Per questo il sindaco di Castiadas Eugenio Murgioni lancia un appello: “Sono perfettamente d’accordo con quanto rassegnato dall’Assessore al turismo Gianni Chessa. Accolgo con favore l’invito rivolto agli amministratori e come Sindaco sono pronto a formalizzare la mia richiesta. Solo chi sta sul territorio conosce le peculiarità dello stesso, le esigenze delle imprese che vi operano e quali potrebbero essere gli strumenti e le misure che consentirebbero di alleviare le gravissime conseguenze che questa pandemia sta procurando. Ci sono comuni, come quello che rappresento, che vivono di turismo e che non si possono permettere il lusso di lasciare centinai di persone che operano nel comparto turistico nell’assoluta incertezza e nel timore di perdere un’intera stagione. Servono interventi tempestivi, la semplificazione delle procedure e la riduzione e/o allentamento della burocrazia e sopratutto margini di intervento piu ampi per gli enti locali. Spero, pertanto, che la Regione si faccia parte attiva di questi intendimenti e deleghi ai comuni, in via derogatoria, la possibilità di ampliare le concessioni demaniali già vigenti”, le parole del sindaco di Castiadas. 


In questo articolo: