Il Cagliari di Giulini resuscita chiunque: Ranieri rinunciatario, rossoblù travolti 3-1 dal Frosinone

Buon primo tempo con gol di Sulemana, secondo tempo da incubo per il Cagliari: il Frosinone pareggia e poi dilaga, il Cagliari sfiora il pareggio di testa con Dossena e Pavoletti. Match point salvezza sprecato, Ranieri aveva chiesto di non prendere gol e invece Scuffet viene sepolto dal tris di Di Francesco


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

Il Cagliari di Giulini resuscita chiunque: Ranieri rinunciatario, rossoblù travolti 3-1 dal Frosinone. Buon primo tempo con gol di Sulemana, secondo tempo da incubo per il Cagliari: il Frosinone pareggia e poi dilaga, il Cagliari sfiora il pareggio di testa con Dossena e Pavoletti. Match point salvezza sprecato, Ranieri aveva chiesto di non prendere gol e invece Scuffet viene sepolto dal tris di Di Francesco. Il Frosinone aveva fatto solo un punto in sette partite, ma come spesso accaduto nella storia rossoblù il Cagliari riesce a risollevare tante squadra in difficoltà.

Così è avvenuto oggi a Frosinone, col Cagliari incapace di mantenere anche quel gol di vantaggio che sarebbe stato utile negli scontri diretti. Soulè e Kajo Jorge sembravano due marziani, al cospetto di una difesa rossoblù tutta da dimenticare. Dossena stavolta disattento nelle marcature, Wieteska è tornato opaco, Nandez sembrava giocare col freno a mano tirato.  Mazzitelli è stato lasciato completamente solo nel colpo di testa del pareggio, ingenua la punizione dal limite regalata per il raddoppio. Proprio la difesa tradisce un Ranieri che si era forse illuso di potere giocare sempre con una punta. Male stavolta anche Viola e Prati, che sembra un fiore che non sboccia mai. L’eterne promessa di un Cagliari che resta quartultimo, soltanto in linea di galleggiamento su una salvezza tutta da conquistare. In trasferta appena 3 punti conquistati su 33 a disposizione, segno che la squadra ha paura, compreso l’esperto Ranieri.


In questo articolo: