San Sperate, il disperato appello del fratello: “Igor, ora basta: devi avere pietà e dire la verità su Francesca”

Andrea sui social: “Finora ho taciuto per non ostacolare le indagini. Ma sin dal primo momento ho capito che nella sparizione di mia sorella c’era qualcosa di strano”


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

“Si spera che lui abbia la pietà di dirci la verità e che smetta di negare l’evidenza”. È l’appello lanciato tramite i social network da Andrea Deidda, il fratello di Francesca, la donna di 42 anni scomparsa da maggio dalla sua abitazione a San Sperate, nel sud Sardegna e, secondo gli inquirenti, uccisa dal marito Igor Sollai, 43 anni, in carcere per omicidio volontario aggravato e occultamento di cadavere.

“Purtroppo si parla di mia sorella. In queste lunghissime settimane – scrive – ho dovuto limitare la diffusione della notizia ed evitare ogni genere d’appello per agevolare al meglio il lavoro dei carabinieri di cui mi sono sempre fidato e continuerò a fidarmi ciecamente”. Poi spiega i dubbi che lo hanno portato a presentare la denuncia di scomparsa: “Fin da subito abbiamo capito che non si trattava di allontanamento ma di qualcosa di più grave”. Da qui l’appello al cognato affinché dica la verità e “smetta di negare l’evidenza”.


In questo articolo: