Guspini, piantagione di marijuana in campagna: 38enne incensurato ai domiciliari

Flagranza di reato per Roberto Manis, 38 enne di Guspini, per coltivazione illecita di sostanze stupefacenti. Per l’irrigazione attingeva da un vicino vascone di accumulo del servizio antincendio

Coltivava la marijuana e la irrigava con l’acqua dell’antincendio. Un incensurato di Guspini finisce ai domiciliari. Alle 17 di oggi, nella località “Gentilis”, agro del Comune di Guspini, i Carabinieri hanno arrestato in flagranza di reato Roberto Manis, 38 enne di Guspini, incensurato, per coltivazione illecita di sostanze stupefacenti.

L’uomo, sotto controllo da diversi giorni, è stato avvistato mentre si prendeva cura di una piantagione di marijuana composta da 30 piante alte da uno a tre metri (quasi tutte oltre i 2 mt). La coltivazione era servita da un impianto di irrigazione composto da diversi metri di tubazione ed una cisterna da 500 litri, che attingeva l’acqua da un vicino vascone di accumulo del servizio antincendio. L’arrestato al termine delle formalità di rito, è stato condotto presso l’abitazione di proprietà in regime di arresti domiciliari, in attesa dell’udienza di convalida prevista per domani mattina.


In questo articolo: