Gonnosfanadiga, le domande che fanno infuriare il Sindaco:”A Pasqua posso andare a pranzo dai miei parenti? Ti ho sempre votato”

Il sindaco Fausto Orrù: “Lo volete capire che dobbiamo stare a casa e che non c’è nulla da festeggiare in cambarada? Poi cosa vuol dire ti ho votato? Sabato, domenica e lunedì ci saranno solo controlli”

“Domenica posso andare a pranzo dai miei parenti?” E’ la domanda che il sindaco Fausto Orrù (e sicuramente tanti anche suoi colleghi) si è sentito ripetere negli ultimi giorni. Ma non solo, qualcuno gli avrebbe pure detto  “guarda che io ti ho sempre votato”. Il primo cittadino abbastanza preoccupato, non ci ha visto più, e con un lungo post su Facebook ha chiarito ancora una volta le regole che tutti sono costretti a seguire anche nel giorno di Pasqua e Pasquetta.
“Non ho capito mi hai votato e hai una corsia preferenziale? – scrive Orrù sul suo profilo Facebook  – Mi hai votato e ti dico ok siamo amici vai dove vuoi. Ma che ragionamenti state facendo? Lo vogliamo capire o no che non dobbiamo andare da nessuna parte a fare feste. Non dobbiamo ritrovarci dai parenti, non abbiamo nulla da festeggiare in comitiva o in cambarada”.   
E il monito: “Non vi nego che sono preoccupato, sono molto preoccupato per quello che potrebbe accadere in questo fine settimana. Non dico che Domenica vi vengo a cercare ma vi posso assicurare che sabato, domenica e lunedì ci saranno occhi in ogni luogo, in ogni balcone in ogni finestra, pronti a segnalare chi viola le regole. Perchè in questi giorni gli spostamenti per lavoro saranno minimi, quelli per salute auspico a tutti che non ci siano proprio e rimane solo andare in farmacia ma per il bene che vi voglio mi auguro rimangano vuote. Quindi restiamo a casa.  Niente pranzo astronomico con amici e parenti. Nessuna passeggiata. Nessuna gita fuori porta. A Pasqua non si allenta nessuna misura anzi saranno aumentati i controlli. Vorrei ricordarvi che le multe non sono spiccioli ma sono cifre importanti che allo Stato fanno gola ma se siamo ligi alle regole nessuno sarà sanzionato”.