Gli sos dei cagliaritani all’estetista?“Maniglie dell’amore e sopracciglia più armoniche”

Creme snellenti e rassodanti, per una seduta dall’estetista aiutano anche cristalli e lampade di sale. Nell’universo cagliaritano della “ricerca della bellezza”, donne e uomini hanno le idee chiare: “Prima dell’estate badano al corpo, in inverno puntano tutto sul viso”. GUARDATE la VIDEO INTERVISTA

Creme snellenti e rassodanti, ma non solo: il kit della “perfetta estetista” è ampio, tanto quanto le richieste dei clienti. E così, ecco anche vari tipi di gel, sieri e, se è vero che un ambiente rilassante aiuta, spuntano cristalli, lampade di sale e musica di sottofondo. Giulia Sanna, 31enne di Cagliari, lavora in un centro estetico in piazza Irpinia. La qualifica, per lei, è arrivata nel 2013: “I ragazzi sono quasi più esigenti delle donne, vanno alla ricerca di trattamenti di ringiovanimento anche dopo i 40 anni. Va molto lo studio del sopracciglio per il microblading, cioè un’armonizzazione del sopracciglio stesso, e sono attentissimi per quanto riguarda le temutissime maniglie dell’amore”.
E la bellezza – o forse, per meglio dire, la ricerca dell’apparenza – passa anche per il make up: “Facciamo tutorial per insegnare come truccarsi al meglio”. Cagliaritani e cagliaritane badano a spese? “Un po’, dipende tutto dal target. I clienti chiedono molto i trattamenti che sono di tendenza, come appunto ottenere un effetto naturale sul proprio sopracciglio. Prima dell’estate tutti fanno tanti trattamenti corpo, cellulite e ginocchia, in inverno invece badano principalmente al viso”.