Ganau contro attentato a sindaco Fois: “Ora lo Stato deve intervenire”

Il presidente del Consiglio regionale della Sardegna, Gianfranco Ganau commenta così quanto è accaduto ieri notte al sindaco di Bultei, Francesco Fois 

«Ora lo Stato deve intervenire. Quanto sta accadendo ai primi cittadini dei paesi della nostra isola, non può più essere tollerato, meritano tutela e sicurezza e la garanzia di poter amministrare senza la paura che qualcosa di grave prima o poi accada a loro e ai propri familiari».
Il presidente del Consiglio regionale della Sardegna, Gianfranco Ganau commenta così quanto è accaduto ieri notte al sindaco di Bultei, Francesco Fois .
«A nome mio e del Consiglio regionale della Sardegna esprimo massima solidarietà al primo cittadino di Bultei e alla sua famiglia. Quanto accaduto va ben oltre l’atto intimidatorio, di per sé già vile e meschino che ha visto negli ultimi tempi coinvolti moltissimi, davvero troppi, amministratori locali. Si è rischiata la tragedia – ha aggiunto il presidente Ganau – che avrebbe potuto causare delle vittime. È arrivato il momento di intervenire seriamente con lo Stato affinché il Governo capisca sino in fondo che la Sardegna vive attualmente una vera e propria emergenza».
Il presidente Ganau chiarisce che a riguardo occorre un’attenzione diversa e definitiva nei confronti della Sardegna, misure risolutive che possano almeno arginare il gravissimo fenomeno che caratterizza ormai da troppo tempo la nostra Regione.
«Su questo e lo dico anche da ex sindaco – conclude Ganau – sono pronto a fare la mia parte, convinto di poter contare nel pieno sostegno di tutto il Consiglio regionale della Sardegna, composto – come è noto – tra l’altro da molti amministratori locali che conoscono bene il fenomeno e le difficoltà oggi legate all’azione amministrativa».