Gabriella Mereu e le strane terapie, inchiesta dell’Ordine dei Medici

Terapia verbale e della medaglietta come alternative alla medicina, l’Ordine dei medici vuole vederci chiaro e apre un procedimento 

Terapia verbale e della medaglietta come cure alternative alla medicina tradizionale, per curare cistiti, calcoli, ma anche tumori e paralisi. Questo il credo di Gabriella Mereu, medico di Quartu finita nel mirino della trasmissione Mediaset “Le Iene” per gli strani miracoli che la dottoressa cerca di diffondere con i suoi meeting in giro per l’Italia. Terapie al di sopra delle righe, e denigrazioni della dottoressa quartese nei confronti dei suoi stessi colleghi tanto da richiede l’intervento dell’Ordine dei medici che ora apre in procedimento nei suoi confronti.

Dopo il servizio andato in onda a “Le Iene”, nel quale l’inviata Nadia Toffa filmava l’operato della dottoressa Mereu, che diagnostica e cura patologie, anche gravi, con pendoli, medagliette e proverbi popolari, la Fnomceo ha contattato l’Ordine di Cagliari, al quale la dottoressa sarda risulta iscritta. “Il consiglio dell’Ordine ha già deliberato l’apertura di un procedimento disciplinare nei confronti di Gabriella Mereu – fa sapere il presidente dell’Ordine, Raimondo Ibba -. Il fatto che la dottoressa abbia trasferito in Svizzera la sua residenza allungherà purtroppo i tempi dell’iter ma il procedimento ormai è avviato”.


In questo articolo: