Furti, risse, minacce e lesioni: tre arresti e una denuncia nel weekend a Cagliari

Un arresto per furto ieri pomeriggio in un centro commerciale, un altro per resistenza a pubblico ufficiale in serata. All’alba invece i carabinieri sono dovuti intervenire in viale Trieste poichè un uomo minacciava una donna con una catena. Stamattina un altro è stato arrestato per estorsione e atti persecutori: il primo bilancio di un weekend movimentato a Cagliari

Nel corso del week end i carabinieri della Compagnia di Cagliari hanno denunciato una persona e tratto in arresto tre cagliaritani. “In manette per furto – secondo quanto si legge in una nota dei militari – è finito a il pregiudicato cagliaritano Mario Intilla, classe 85, che poco prima delle 18, al brico dell’Auchan di Santa Gilla tentando di eludere il controllo casse, si è impossessato di svariati utensili per bricolage del valore di circa 100 euro nascondendoli nei vestiti; venendo però sorpreso dalla sicurezza dell’attività commerciale che ha allertato subito i carabinieri.Intervenuti tempestivamente hanno bloccato e arrestato il malvivente. 

“Nella notte, attorno alle 23, il nucleo radiomobile interveniva presso la stazione ferroviaria di Cagliari per disordini creati da alcuni giovani, nei quali era coinvolto il pregiudicato cagliaritano Roberto Nigro, classe ‘99 che, sotto i fumi dell’alcol si mostrava assolutamente riottoso al controllo ed alla identificazione aggredendo al volto uno dei militari con diversi colpi, quindi, con l’ausilio di altri carabinieri del radiomobile, veniva subito ammanettato ed arrestato per resistenza a Pubblico Ufficiale e tradotto agli arresti domiciliari in attesa del rito direttissimo. Il nucleo radiomobile all’alba, ha denunciato per il reato di minaccia e porto di armi ed oggetti atti ad offendere un pregiudicato cagliaritano classe 68, perché colto intorno alle 04  nei pressi di viale Trieste, nell’atto di minacciare una concittadina brandendo una catena di circa 1 metro. Durante la perquisizione veniva trovato in possesso di un taglierino di circa 20 cm, un coltello da cucina di circa 40 centimetri, ed un bloccasterzo costituito da due sbarre metalliche della lunghezza di circa mezzo metro con delle estremità adunche.

La compagnia Di Cagliari inoltre procedeva durante le prime ore del mattino all’esecuzione di un ordine di carcerazione a Uta di un pregiudicato cagliaritano classe 1980, Enrico Ullu a seguito dei reati di atti persecutori, lesioni, estorsione e danneggiamento nei confronti di concittadini, dell’agosto 2015 al gennaio 2018.”