Felicità a Selargius per Gaia Andreuccetti, la 20enne travolta da un’auto è tornata a casa

La giovanissima investita in viale Marconi il 12 febbraio. Il coma, il risveglio al Policlinico e, dopo una dura battaglia, le dimissioni: “Ha finalmente potuto riabbracciare i genitori, il fratellino e le due sorelline”

C’è grande felicità a Selargius per il ritorno a casa, dopo tre mesi passati a lottare al Policlinico di Monserrato, di Gaia Andreuccetti. La ventenne travolta da un’auto all’alba del 12 febbraio in viale Marconi, dopo essere uscita dal coma si è battuta come una leonessa, aiutata dai medici e dai chirurghi del Policlinico. Oggi le dimissioni e il ritorno da mamma Veronica, papà Francesco, il suo fratellino e le sue due sorelline. Il peggio è passato per la giovane, ma la strada verso il ritorno alla normalità è ancora molto lunga. Protetta dalla mascherina, nella foto che la famiglia ha girato alla loro legale, Loredana Laconi, si intravedono due occhi, quelli di Gaia, ancora più rilassati.

 

 

“Gaia è al settimo cielo per essere tornata a casa, sapevamo in pochi che sarebbe stata dimessa oggi ed è stata una meravigliosa sorpresa, soprattutto per i fratellini che l’hanno potuta rivedere dopo tutto questo tempo. La strada per la guarigione completa è ancora lunga, ma si affronta con grinta ed ottimismo”, spiega Loredana Laconi. “La famiglia ringrazia di cuore i medici e tutto il personale dei reparti di Rianimazione e di Ortopedia del Policlinico Duilio Casula e i chirurghi plastici, sono stati eccellenti nelle cure e meravigliosi, umanamente. Sono stati per lei una famiglia che non le ha dato solo le migliori cure possibili, ma anche affetto, sorrisi, incoraggiamento.
È importante che si ricordi che in Sardegna abbiamo delle eccellenze mediche, e con Gaia hanno fatto dei miracoli”.

 


In questo articolo: