Fabrizio Fadda a Radio Casteddu: “I padri di famiglia sono i più colpiti dalla crisi”

L’età più colpita è quella dei padri di famiglia, tra i 30 e 60; una nostra proposta per aiutare il lavoro autonomo sarebbe che tutti coloro che vivono nella pubblica amministrazione taglino il loro stipendio”

Fabrizio Fadda, rappresentante dell’associazione di tutela del lavoro autonomo ai microfoni di Radio Casteddu: “Cagliari ha delle problematiche con il libero mercato che non abbiamo perché non possiamo commerciare con gli altri con gli stessi costi. In questa crisi pandemica siamo i più massacrati. Tutto il lavoro autonomo soffre, non solo i lavori manuali ma anche quelli professionali; al momento abbiamo circa un aumento del 40% nella provincia di Cagliari delle segnalazioni alle centrali rischi, ciò significa che le persone sono in sofferenza perché non fanno in tempo a sopperire alle scadenze. Purtroppo l’aumento dei casi di depressione si può constatare in farmacia, basta chiedere quanto è aumentata la vendita degli antidepressivi e anche quanto sono aumentati i vizi consolatori, come il consumo di cioccolato, il gioco d’azzardo. L’età più colpita è quella dei padri di famiglia, tra i 30 e 60; una nostra proposta per aiutare il lavoro autonomo sarebbe che tutti coloro che vivono nella pubblica amministrazione taglino il loro stipendio”.
Risentite qui l’intervista a Fabrizio Fadda di Paolo Rapeanu e Gigi Garau https://www.facebook.com/castedduonline/videos/735703547073224/
e scaricate gratuitamente l’APP di RADIO CASTEDDU


In questo articolo: