Emergenza auto abbandonate a Cagliari: “Carcasse nelle strade da Sant’Elia a Tuvumannu”

Il caso in consiglio comunale. Nel vecchio borgo a, verso la monumentale Torre del Prezzemolo, almeno 18 veicoli pieni di immondezza e ad elevato rischio incendio. Altri 5 in piazza De Gama, ed ancora 5 in via Codroipo nella zona di Tuvixeddu”


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

La situazione delle automobili abbandonate a Cagliari, nei cortili delle palazzine comunali di via Codroipo a Tuvixeddu così come a Sant’Elia, nelle vie Borgo Sant’Elia, piazza Falchi, De Gama, Lao Silesu, sta raggiungendo dimensioni impressionanti ed è giunto il momento di intervenire, sostengono i consiglieri comunali Marcello Polastri e Loredana Lai che hanno presentato una interrogazione al Sindaco.

Polastri  non si capacita perché “nonostante siano state presentate istanze da più cittadini, molte strade di città sono occupate nelle loro zone di parcheggio da carcasse di veicoli o relitti incendiati”.

Per il Consigliere “è lodevole da un lato il lavoro svolto ad oggi dalla Polizia Locale ma bisogna pure accelerare con le rimozioni. In quanto – precisa Polastri – è inammissibile osservare in più punti, così come in ogni dove nel vecchio borgo Sant’Elia, verso la monumentale Torre del Prezzemolo, almeno 18 veicoli pieni di immondezza e ad elevato rischio incendio. Ai quali se ne aggiungono altri 5 di piazza De Gama, ed ancora 5 in via Codroipo, ma pure a Tuvumannu come a Tuvixeddu”.

Da qui la soluzione suggerita dal presidente della Commissione sicurezza: “Reperire specifiche e ulteriori risorse economiche, insomma più denaro pubblico per  liberare il suolo pubblico da un migliaio di mezzi abbandonati, e che non poterebbero sostarvi affatto, in quanto privi di polizza assicurativa RCA”. Da qui l’interrogazione che verrà presto discussa a Palazzo Bacaredda.

 


In questo articolo: