Emanuela Verna in lacrime a Radio Casteddu: “Sindaco fai una rotonda dove è morto il mio Enrico”

La madre di Enrico Spiga, quarantunenne morto un anno fa sulla 387 a Selargius, non si dà pace: “Il sindaco aveva promesso una rotonda. Basta con queste morti assurde”

Emanuela Verna di Monserrato, mamma di Enrico Spiga, deceduto proprio un anno fa lungo la 387, primo svincolo per Dolianova, lancia un appello al sindaco di Selargius ai microfoni di Radio Casteddu: “Realizzate una rotonda”.
Un dolore che non passa, un figlio che ricorda ogni giorno e l’appello affinché la strada venga messa in sicurezza “affinché queste tragedie non accadano più”.
“Mio figlio era buono, un eroe. Sono stati donati tutti i suoi organi” racconta in lacrime la donna.
Era esattamente il 14 gennaio quando l’auto sulla quale era a bordo Enrico Spiga, 41 anni, in compagnia di un familiare, si è scontrata con un pulmino. Spiga è stato sbalzato fuori dall’auto ed ha sbattuto violentemente la testa sull’asfalto. È stato trasportato con l’elisoccorso al Brotzu in condizioni disperate, entrando subito in coma. Da quel coma, l’uomo, non si è più ripreso.
Risentite qui l’intervista a Emanuela Verna di Paolo Rapeanu e Gigi Garau
e scaricate gratuitamente l’APP di RADIO CASTEDDU


In questo articolo: