E’ morto Le Magnifique, addio a Jean Paul Belmondo

La notizia arrivata al Lido di Venezia. L’attore, mito internazionale e sex symbol, si è spento a 88 anni. Di origini italiane, ha girato oltre 80 film

 E’ morto Jean-Paul Belmondo. L’attore francese di origini italiane aveva 88 anni ed è deceduto nella sua abitazione a Parigi. Lo riferisce l’emittente francese Bfm-Tv. “Era stanco da qualche tempo, si è spento serenamente”, ha fatto sapere il suo avvocato Michel Godest. Belmondo, nato a Neuilly sur Seine, alle porte della capitale, il 9 aprile 1933, in carriera ha recitato in più di 80 film tra i quali alcuni che lo hanno reso uno dei simboli del cinema transalpino, come ‘All’Ultimo Respiro’ di Jean-Luc Godard (1960) , pellicola manifesto della Nouvelle Vague, ‘L’Uomo di Rio’ (1964) e ‘Il clan dei marsigliesi’ (1972). Ha lavorato anche con diversi registi italiani, come Vittorio De Sica, che lo ha diretto ne ‘La Ciociara’ (1960). Belmondo è sempre stato considerato un grande seduttore. Sposò nel 1952 la ballerina Elodie Constantin, da cui ebbe tre figli. Ebbe relazioni con Ursula Andress e Monica Vitti. Nel 2002 si unì in matrimonio a Nathalie Tardivel, dalla quale nel 2003 ebbe una quarta figlia, Stella, oggi 18enne. Su Twitter è arrivato l’omaggio del premier francese Jean Castex, che ha postato una foto dell’attore con la scritta ‘Le Magnifique’.

Nei giorni in cui il mondo del cinema si ritrova al Lido di Venezia e si può finalmente tornare nelle sale dopo la dura parentesi di chiusure dovute al Covid, la triste notizia arriva a funestare la ‘ripartenza’. Il divo, icona del cinema francese e da sempre considerato, nonostante i tratti del viso particolari, uno dei sex symbol per antonomasia, aveva origini italiane. I nonni, genitori del padre Paul Belmondo, erano infatti originari del Piemonte e della Sicilia. E’ stato legato sentimentalmente anche a Laura Antonelli: per lei lasciò Ursula Andress.


In questo articolo: