E’ caccia al maniaco delle spiagge: tra le sue vittime pure una 80enne

Almeno due gli episodi denunciati in Gallura, tra Arzachena e Palau. Indagano i carabinieri.

Il modus operandi del maniaco sessuale che ha messo in allarme le donne del nord Sardegna sembra essere sempre lo stesso: le ha osservate, si è accertato che fossero da sole, poi è sempre entrato in azione con la sicurezza di non correre alcun pericolo. Tra le sue vittime c’è anche un’ottantenne. Da alcune settimane almeno due donne di mezza età, oltre all’anziana, hanno presentato denuncia contro un uomo che con il volto coperto e armato di un coltello, ha colto alla sprovvista le sue vittime per violentarle.

L’uomo – in base a quanto ricostruito dagli investigatori che stanno raccogliendo elementi e testimoniazne per risalire alla sua identità – agirebbe sempre durante i wee end e avrebbe preso di mira le spiagge tra Arzachena e Palau, nella provincia di Olbia-Tempio.

Al momento sarebbero due le denunce presentate ai carabinieri del Reparto territoriale di Olbia e della stazione di Palau, ma si temono altri episodi. Indagini che si annunciano difficili, coperte dal più completo riserbo. Le donne, nonostante lo choc sarebbero riuscite a fornire ai militari una descrizione precisa del maniaco, riferendo particolari dettagliati sull’abbigliamento e sulle sue caratteristiche fisiche, anche se nessuna di loro l’avrebbe mai visto in faccia.


In questo articolo: