Discariche abusive nelle campagne di Assemini: “Bonifiche entro l’anno”

Interventi importanti per ripulire l’agro asseminese dagli incivili che scambiano per discarica ogni spazio che incontrano lungo il loro cammino.

Discariche abusive nelle campagne di Assemini, l’assessora ai Servizi Manutentivi e Igiene Urbana Alessia Meloni: “entro l’anno eseguiremo le bonifiche in 13 siti”. 
Interventi importanti per ripulire l’agro asseminese dagli incivili che scambiano per discarica ogni spazio che incontrano lungo il loro cammino. Un problema non indifferente, presentato in consiglio comunale anche dal consigliere Luigi Garau con una interrogazione: “i canali di scolo presenti in particolar modo nella strada dei canadesi nel tratto direzione Truncu is Follas, risultano talmente ostruiti da un gran numero di sacchetti di plastica contenenti rifiuti di ogni genere”. 
13 i siti individuati già alla fine del 2018 “quando presentammo la domanda di partecipazione al finanziamento regionale di pulizia di aree pubbliche degradate dalla presenza di discariche – spiega Alessia Meloni – grazie alla partecipazione a quel bando siamo beneficiari di una somma di 70 mila euro impegnabile entro il 2021. Le bonifiche saranno appaltate entro il 2020, la gara di assegnazione è stata fatta e siamo in fase di verifica della documentazione. Tra le 13 aree censite è presente anche l’area in questione, ovvero quel tratto della strada dei Canadesi che conduce alla via San Giorgio (strada di bricoman, in corrispondenza del canile dog hotel). 
Gli altri siti su cui interverremo si trovano in località Magrangiosa, su Carropu, terramaini, pardu nou, cuccuru Macciorri, Sant’Andrea. Come servizio di igiene urbana, con il nuovo appalto abbiamo un servizio di bonifiche in agro che copre 1000km di strade annuali, e che ha l’obiettivo di prevenire la formazione di vere e proprie discariche intervenendo subito con la verifica e il ritiro del sacchetto non appena questo viene avvistato nelle cunette stradali”. 
“Come amministrazione – specifica l’assessora – stiamo investendo e continueremo ad investire in campagne di informazione e comunicazione contro questa piaga che accomuna tutti i comuni. Da poco in città metropolitana abbiamo aperto un tavolo di lavoro per mettere assieme tutte le nostre forze in campagne di sensibilizzazione e vigilanza interterritoriale”. 

In questo articolo: