Disastro Cagliari, ko col Livorno: espulso Conti, emiri quando venite?

Un Cagliari senza gioco cede tre punti importantissimi in casa al Livorno e ora si ritrova invischiata nella lotta per non retrocedere. Pessimo Avramov, squadra senza gioco. Serve subito chiarezza sulla situazione societaria


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

Il Cagliari crolla in casa contro il Livrono, e ora sprofonda nelle sabbie mobili della lotta per la retrocessione. Perde 2-1 al sant’Elia condannandosi a un finale di campionato in apnea direttamente coinvolto nella lotta per la salvezza. Un march rocambolesco, con ben tre espulsioni:  anche capitan Conti fuori per proteste a metà del secpndo tempo, per un arbitraggio ancora negativo per i rossoblù. Ma forze la sconfitta sta tutta nel clamoroso errore del portiere Avramov, che con una goffa uscita ha regalato il rigore del raddoppio al Livorno. Poi il Cagliari ha reagito, ma a Lopez non è bastato mettere in campo anche Pinilla e Ibarbo, oltre a un evanescente Adryan che è sembrato tutto tranne che il nuovo Zico, per trovare almeno il pareggio. ILCagliari sembra una squadra in crisi di identità, oltre che di gioco: l’incertezza societaria comincia a pesare su una squadra che sembra quasi in auto gestione. Il futuro di Cellino e l’ombra degli emiri sono due situazioni da chiarire al più presto. Non è bastato il gran gol di Nenè, che ha riportato il Cagliari sull’1-2, per evitare una sconfitta pesantissima sul piano della classifica. Anche perché domenica prossima,senza Conti che sarà squalificato, i rossoblù saranno impegnati a San Siro contro l’Inter. Sembra mancare soprattutto il gioco, sia in attacco che in difesa la squadra non sa più come comportarsi nel migliore dei modi. E il tecnico Lopez è quanto mai in discussione. 


In questo articolo: