Desulo, gli studenti occupano la sala consiliare: Diritto allo studio

Nell’attesa che arrivino risposte concrete dagli enti preposti (Regione e Provincia) i ragazzi pendolari hanno occupato la sala municipale

Gli studenti pendolari di Desulo nell’aula consiliare occupata (foto Facebook)

Continua la protesta dei cittadini desulesi a seguito dei disagi conseguenti al restringimento della provinciale n. 7  che collega Montecorte a Desulo e a Fonni che, secondo i cittadini che hanno costituito un comitato spontaneo denominato “Desulo esiste”, è in stato di abbandono totale. Tant’è che lungo la tratta stradale ci sono due deviazioni che riducono la carreggiata e il manto stradale è pessimo. Una specie di mulattiera, anziché una importante arteria di comunicazione. Tra l’altro, col peggioramento delle condizioni del manto stradale, il 2 novembre scorso, la Provincia di Nuoro ha inviato al Comune di Desulo un’ordinanza di declassamento della strada con il divieto di transito ai mezzi superiori alle 8 tonnellate e un limite massimo di velocità non superiore ai 50 km/h. Questo oltretutto ha creato dei seri disagi alla popolazione, in particolare agli studenti delle Superiori che si trovano impossibilitati a raggiungere le loro scuole. Infatti, l’Arst ha sospeso i collegamenti, rendendo impossibile agli studenti locali di raggiungere gli istituti superiori di Nuoro, Tonara e Sorgono. Pertanto, nell’attesa che arrivino risposte concrete dagli enti preposti, Regione e Provincia, i ragazzi pendolari hanno occupato la sala consiliare del Comune di Desulo. «Non si può negare il diritto allo studio a ottanta studenti», dicono i manifestanti. 


In questo articolo: