Delunas a Soru: dimissioni irrevocabili. E a Cagliari Zedda trema

Vertice in Regione, il sindaco di Quartu conferma il suo addio definitivo. Pd allo sbando, Quartu rischia un anno di commissariamento. Si voterà in contemporanea con Cagliari, dove il contraccolpo sarà inevitabile

Dimissioni irrevicabili: Stefano Delunas non torna indietro. E questa mattina, nel vertice di Cagliari con Renato Soru e gli altri dirigenti di partito, lo ha detto chiaramente. Dimissioni confermate, Delunas rinuncia alla carica di primo cittadino e dopo l’annuncio di ieri in Aula, non cerca accordi col partito. Quartu va dunque verso un lungo periodo di commissariamento: la città, già alle prese con molti problemi, resterà nelle mani di un commissario sino a maggio 2016. A meno che Delunas all’ultimo non ci ripensi.

Ma il Pd si trova veramente all’angolo: se si tornasse a votare a Quartu in contemporanea con Cagliari e con altri Comuni importanti come Capoterra, l’effetto Quartu potrebbe essere devastante per lo stesso Zedda e per l’intero partito. Centrodestra e Movimento 5 Stelle rischierebbero di fare la parte da leone. A Quartu sono stati decisivi i contrasti tra Delunas e le grandi famiglie storiche del Pd, su tutte i Meloni e i Ruggeri. Vecchia politica, che non muore mai. 


In questo articolo: