Costa Rey, una sola ambulanza per 50mila turisti: “Qui si può morire”

Il drammatico racconto a Cagliari Online degli operatori del 118, mentre a Costa Rey i locali pubblici hanno pronta la petizione di protesta: “Non ci sono guardie mediche e giorno e notte c’è una sola ambulanza costretta a operare anche per gli sos più banali. Non abbiamo mezzi e impieghiamo due ore per la spola a Cagliari: nelle gallerie senza segnale telefonico, in questa situazione, può scapparci il morto”. 

Una sola ambulanza per tutta la costa di Muravera e Villasimius. I locali pubblici di Costa Rey hanno pronta la petizione di protesta: l’emergenza sanitaria, in vista dell’estate alle porte, è drammatica. Nel territorio dove andranno ad alloggiare almeno 50mila turisti e dove qualcuno vorrebbe sopprimere l’ospedale San Marcellino, i mezzi del 118 sono ridotti al lumicino. E a raccontarlo sono proprio loro, gli operatori del 118. Letteralmente stremati dai viaggi continui verso Cagliari: “Anche ieri  l’ambulanza di Muravera è stata fuori dalle 8,30 alle 12  per un  evento al Free Beach portato a Cagliari. Per oggi si aspettano 800 arrivi, Costa Rey già piena, così Villasimius. Nessun presidio medico e nessun potenziamento. Si prospetta invece un taglio delle Guardie Mediche Turistiche e non vogliono mettere la medicalizzata a Villasimius ma forse un infermiere, come se fosse lo stesso, Flumini non avrà né la Guardia Medica né quella Turistica, così Geremeas e Solanas. Questo è il piano sanitario per l’estate? Si parla insistemente di macchina sanitaria per i migranti, almeno su Fb, e poi ? Nessuna per il turismo e per i residenti? Facciamo anche i viaggi per l’ospedale, l’ultimo ierinotte alle 2 per un paziente di 35 anni ricoverato dalle 21 e poi a Cagliari in cardiologia. Territorio scoperto per 3 ore. E se succede un incidente con feriti gravi nel frattempo, chi interviene?”. 

Oltre ai mezzi a dir poco dratsicamente ridotti degli operatori del 118, ci sono quelli delle strutture ospedaliere in deficit: “L’anno scorso hanno messo un infermiere su una ambulanza di Volontariato di Villasimius- spiegano ancora gli operatori del 118- l’infermiere non può fare né diagnosi né terapia, così spessi veniva chiamata la medicalizzata e quindi 2 ambulanze per un solo paziente. Nessuno pianifica, la risposta è che non ci sono i soldi, ma il turismo ne soffre. Al San Marcellino ci sono solo due ortopedici, un cardiologo e nessun ginecologo e pediatra in ospedale. Che emergenze portiamo? Quindi tutti a Cagliari con 1 ora andare ed 1 ora rientrare, mettici l’attesa in PS ed il gioco è fatto. Mettici le gallerie senza copertura radio e telefono, il traffico ed il gioco è fatto, anzi il morto. Stiamo facendo il lavoro delle Guardie Mediche Turistiche mentre negli alberghi e nei residence i medici sono del continente, il Free Beach ha un collega abruzzese del 118 ma senza alcuna attrezzatura: anche lui chiama il 118. Cioè sempre noi. Con una sola ambulanza per tutta la costa del turismo d’oro”.