Coronavirus, parchi chiusi anche ad Assemini: niente “passeggiate in solitudine”

La sindaca Sabrina Licheri sbarra tutte le aree verdi e il cimitero: “In tanti mi stanno chiedendo se possono uscire a fare una passeggiata in solitudine. Mi spiace ma gli spostamenti devono essere limitati a motivi di lavoro, salute e bisogni primari”


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

Tutti i parchi di Assemini chiudono sino a data da destinarsi. Dopo Cagliari, anche il Comune guidato dalla sindaca grillina Sabrina Licheri opta per lo sbarramento di tutte le aree green cittadine, proprio per “eliminare ogni possibilità di assembramento”. Il motivo, ovviamente, è il rischio di contagio da Coronavirus: “Sino al 25 marzo rimarranno aperti solo i servizi di prima necessità indicati negli allegati del decreto dell’undici marzo. Molte attività commerciali, autonomamente, con fatica, con paura ma con tanto senso di responsabilità avevano già deciso in questo senso e altrettante stavano per farlo. In linea con i comuni di Città Metropolitana ci si sta attivando affinché in tutti si adottino provvedimenti in ordine al rinvio degli avvisi di pagamento dei Tributi a data successiva al 3 aprile”.

“Il cimitero rimarrà chiuso garantendo ovviamente le operazioni della sepoltura. Rimarranno chiusi anche i parchi per eliminare ogni possibilità di assembramento.  L’ecocentro ora rimane aperto a supporto sopratutto di chi vive in campagna. Cari concittadini, in tanti mi chiedete se potete uscire a fare una passeggiata in solitudine. Mi spiace davvero ma gli spostamenti devono essere limitati a motivi legati al lavoro alla salute e al soddisfacimento di bisogni primari”.


In questo articolo: