Coronavirus, l’America’s Cup di Cagliari verso l’annullamento

“È abbastanza ovvio che l’evento ACWS Cagliari non può andare avanti”. Così il team Emirates New Zealand, defender dell’America’s Cup. E a questo punto anche se non c’è ancora la dichiarazione ufficiale l’evento di aprile può essere considerato annullato. L’annuncio è in arrivo


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

“È abbastanza ovvio che l’evento ACWS Cagliari non può andare avanti”. Questa la dichiarazione ufficiale di del team Emirates New Zealand, defender dell’America’s Cup. E a questo punto anche se non c’è ancora la dichiarazione ufficiale l’evento di aprile può essere considerato annullato.
Ormai la pandemia sta aggredendo tutto il mono, complicando gli spostamenti praticamente ovunque. E le squadre stanno cercando una soluzione che accontenti tutti. Presto ci sarà l’annuncio ufficiale.
“Ancora non abbiamo nulla di ufficiale”, dichiara Alessandro Sorgia, assessore alle Attività produttive, “aspettavamo il 3 aprile, ma è chiaro che ormai il tempo stringe e serve una decisione definitiva”.
A Cagliari ci sono i team di Luna Rossa (che ha la base al porto) e di Ineos. I britannici sono indecisi: stanno riflettendo sulla permanenza o meno in Sardegna. L’imbarcazione di New Zealand dovrebbe essere a Singapore, mentre American Magic è ferma negli Usa.
Mentre i componenti per la realizzazione del villaggio regate dell’America’s Cup si trovano in Spagna e attendono di poter sbarcare in Sardegna. In città in tanti sperano che l’evento possa essere soltanto rinviato.


In questo articolo: