Coronavirus, focolaio a Serrenti: il sindaco chiude le scuole

L’Ats di Sanluri ha comunicato la diffusione del virus nel territorio di Serrenti, con presenza di alcune persone risultate positive al tampone. Sospese le dal 7 al 9 gennaio le attività didattiche in presenza

Focolai a Serrenti. E, complice anche l’esito di positività al Covid di una persona deceduta qualche giorno fa ma arrivato solo oggi, il sindaco Pantaleo Talloru ha deciso di sospendere le attività didattiche in presenza e “raccomanda pertanto a tutti coloro che hanno avuto contatti diretti di rimanere in isolamento a casa e comunicare gli eventuali contatti ai propri medici di fiducia”.

A seguito di informazioni telefoniche fornite dall’unità di crisi dell’ATS-ASL di Sanluri il primo cittadino Talloru ha avuto notizia del fatto che il virus si sta diffondendo anche nel territorio di Serrenti, con presenza di alcune persone risultate positive al tampone.

“Siamo in costante contatto con la Asl – spiega il sindaco a Casteddu Online – abbiamo avvisato i cittadini, non sappiamo ancora quante persone abbiano avuto contatti con il nostro concittadino. Sono inoltre contatto anche con la famiglia per dare conforto in questo triste momento”.

In via precauzionale vengono quindi sospese, dal 7 al 9 gennaio, le attività didattiche in presenza relative agli Istituti di ogni ordine e grado (Scuola dell’Infanzia di via E. D’Arborea, Primaria di via E. D’Arborea e di via Gramsci, della Scuola Secondaria di Primo Grado di via Gramsci) nonché del C.P.I.A. e Sala Studio di Via Fara.

Negli stessi giorni i servizi del Comune, compreso l’URP, saranno garantiti esclusivamente su appuntamento attraverso i contatti telefonici.


In questo articolo: