Coronavirus, “al Policlinico di Monserrato infermieri e Oss devono pulire i bagni”

La lettera, firmata dalla direzione medica, arriva nei giorni “caldi” dell’emergenza Coronavirus. Fioccano le osservazioni: “Camici e divise accatastate, residui di cibo su tavoli e frigoriferi”. Ma c’è anche la richiesta di “sanificare i bagni”. Protesta il sindacato Fials: “Follia pura, c’è già il personale preposto con tanto di appalto esterno”

Al Policlinico di Monserrato “gli infermieri e gli Oss sono chiamati alla pulizia dei servizi igienici”. A dirlo, citando una circolare che porta la data di ieri (14 aprile 2020), firmata dalla direzione medica del Policlinico e inviata “ai direttori e ai caposala e coordinatori”, è il sindacato Fials. L’oggetto della comunicazione? “Disposizioni igieniche all’interno del reparto/servizio”. E giù una serie di osservazioni: “In questi giorni visitando diversi reparti si è riscontrato che erano presenti alcuni locali promiscui adibiti a spogliatoi, aree specializzandi con camici e divise usate accatastate, residui alimentari abbandonati nei tavoli e nei frigoriferi, e aree sosta cucine di reparto con sedie e con presenza di più operatori all’interno”. Insomma, serve più ordine, soprattutto nei giorni “caldi” del Coronavirus. È necessario “sgomberare delle sedie i locali adibiti a cucina di reparto, di apporre l’esterno l’indicazione di ‘ingresso di 1 operatore alla volta’, eliminare inutili suppellettili e procedere a frequenti sanificazioni di locali e maniglie”, oltre a “sgomberare i locali promiscui adibiti esclusivamente a spogliatoi interni o aree sosta medici e specializzandi all’interno dei reparti di degenza”, in più “mantenere l’uso dei Dpi” e “rispettare le distanze”.

 

Poi, però, c’è il punto che fa infuriare i sindacati: “Si chiede, inoltre, di controllare spesso le condizioni dei bagni degenti procedendo a periodiche sanificazioni delle superfici e dei sanitari oltre a quelle previste dalla ditta esternalizzata”. Su quest’ultimo punto sbotta Paolo Cugliara, segretario provinciale Fials: “Il Policlinico non smetterà mai di stupirci per il pressapochismo di alcuni dirigenti. Da quando in qua gli infermieri ed Oss sono chiamati alla pulizia dei servizi igienici? Follia pura”, attacca Cugliara, nell’osservare che “c’è il personale preposto a tal compito, con un regolare appalto esterno. Se così com’è non dovesse essere sufficiente si recuperano altre risorse e si adeguano all’attuale fabbisogno. Ma l’ufficio infermieristico non ha nulla da dire in merito?”. E, da parte dell’azienda, che conferma l’intera disposizione firmata ieri, arriva la precisazione alle dichiarazioni del sindacalista: “Nella disposizione della direzione medica c’è chiaramente scritto che il personale deve spesso controllare, il verbo usato è questo, le condizioni dei bagni. È facilmente comprensibile che le procedure di ulteriore sanificazione saranno fatte non dal personale ma da chi ha vinto la gara d’appalto”. E arriva la controreplica della Fials: “La lingua italiana ha le sue regole, regole che si rispettano per dar senso a ciò che scriviamo e diciamo: nella frase ‘controllare spesso le condizioni dei bagni degenti procedendo a periodiche sanificazioni oltre a quelle previste dalla ditta esternalizzata’ è stato utilizzato il gerundio (procedendo), a tal proposito è necessario ricordare che il gerundio si usa nella frase subordinata quando il soggetto della principale e il soggetto della subordinata coincidono, quando i soggetti non coincidono non si usa il gerundio. Per cui, al di là delle giustificazioni inconsistenti, si tratta di un errore di forma o di sostanza? Nell’auspicio che, indipendentemente dall’errore in essere, seguano le dovute scuse per gli operatori sanitari che tutti chiamano eroi, si chiede maggiore attenzione e rispetto”.


In questo articolo: