Caos rifiuti a Capoterra, l’amministrazione comunale sul piede di guerra contro i disservizi della ditta appaltatrice

“Abbiamo avuto fin troppa pazienza, i cittadini pagano le tasse e devono avere i servizi richiesti” comunica il sindaco Beniamino Garau a Casteddu Online.

Capoterra – Caos rifiuti, l’amministrazione comunale sul piede di guerra contro i disservizi della ditta appaltatrice “Teknoservice”: “Abbiamo avuto fin troppa pazienza, i cittadini pagano le tasse e devono avere i servizi richiesti” comunica il sindaco Beniamino Garau a Casteddu Online.
Mesi di “inferno”, sei per la precisione, tante le segnalazioni da parte dei cittadini e dell’opposizione che, quasi giornalmente, lamentano l’inadeguatezza che spazia dalla raccolta dei rifiuti solidi urbani a quelli della pulizia delle strade come da contratto.
A breve si terrà un incontro tra i vertici affinché si chiariscano responsabilità e mancanze e vengano assolutamente rispettati gli accordi. “Il tempo di avviamento è finito e insieme ad esso la pazienza. Non accettò più disservizi poiché tutti i cittadini di Capoterra sono rispettosi dello Stato e del Comune e pagano un servizio che gli deve essere dato e non fornire un servizio vuole dire trattenere i soldi indebitamente. Loro devono svolgere il lavoro per il quale sono stati chiamati, c’è un contratto, la pazienza – sottolinea nuovamente Garau – è finita. Sono stanco delle lamentele, ho rispettato la tempistica che è terminata il 31 dicembre. Voglio sentire e conoscere personalmente i titolari dell’azienda con i quali mi confronterò e gli racconterò serenamente tutto quello che abbiamo dovuto subire in questo semestre. Sempre vicino e dalla parte dei cittadini”.
Insomma, i disservizi sono giunti al capolinea: l’incontro si preannuncia risolutivo riguardo ogni punto di vista.


In questo articolo: