Cagliari, turni massacranti ai seggi elettorali: 32 ore di lavoro

La protesta di presidenti e scrutatori: “Molti di noi per 150 euro hanno dovuto lavorare praticamente due giorni di fila senza dormire un minuto”

Turni massacranti nei seggi elettorali, scrutatori che hanno lavorato 32 ore per 150 euro. In tanti si lamentano per i lungaggini ed esprimono la loro proptesta a Cagliari Online: “Presidenti di seggio in attesa da 3 ore che vengano controllati i conteggi che hanno consegnato dopo la notte in bianco,nessuna spiegazione e alle 14 si deve riniziare con lo spoglio della municipalità. Per 150 euro tutto questo??”. Proteste anche in via Schiavazzi a Sant’Elia: “Possibile che nessuno avesse capito che con 1400 candidati si sarebbe finito tardissimo?”. 


In questo articolo: