Cagliari, turisti allo sbando: “Servono più guide e info point”

La proposta dell’esponente di Forza Italia Edoardo Tocco

“Cagliari città turistica? Per ora sembra essere solo uno slogan vuoto. La stagione estiva è ormai alle spalle, ma i gruppi di vacanzieri che ancora arrivano in città sono allo sbando. La scena si è ripetuta gli scorsi giorni con un plotone di turisti che si aggiravano in pieno centro alla disperata ricerca di indicazioni e mappe per la visita della capitale isolana. L’unica accoglienza, data dall’info point all’ingresso di palazzo Bacaredda, non può certo bastare”. A parlare è  il consigliere regionale e comunale Edoardo Tocco (FI), che lancia un appello al Comune. “L’amministrazione comunale – spiega – dovrebbe puntare su una destagionalizzazione del turismo – osserva – con un servizio di assistenza e accompagnamento per i visitatori che decidano di approdare a Cagliari. Sarebbe per questo auspicabile potenziare l’esercito delle guide turistiche private, un modo per occupare tanti giovani alla ricerca di un lavoro”. Troppo poche, nonostante il gran lavoro dell’assessore Argiolas per tentare di costruire un sistema efficiente, le informazioni per la visita della città. “Occorre una regia per dare ospitalità ai vacanzieri, con nuovi presidi in giro per la città. Perché Cagliari – suggerisce Tocco – con i suoi monumenti e il suo mare può davvero diventare la perla del Mediterraneo, da visitare in tutte le stagioni anche mediante un’accoglienza adeguata per i turisti”.


In questo articolo: