Cagliari, stop assembramenti in spiaggia: “Telecamere per la spiaggia del Poetto quasi pronte”

Va verso la fine l’iter per piazzare telecamere su tutto il litorale dell’area metropolitana cagliaritana. Obbiettivo zero assembramenti: “Nessuna multa, controlleremo quante persone ci saranno in spiaggia: il finanziamento non è stato un problema”. GUARDATE la VIDEO INTERVISTA

Telecamere puntate sui litorali di tutta l’area metropolitana di Cagliari quasi realtà. I controlli anti-Covid anche con l’ausilio degli occhi elettronici sono pronti per partire. Una data sicura non c’è, ma il progetto è in fase di conclusione e i soldi sono stati trovati. L’ok al piano proposto dal Comune di Cagliari ha già trovato, nelle scorse settimane, la “benedizione” della prefettura. Ed è lo stesso prefetto Bruno Corda a fornire tutti gli aggiornamenti: Il finanziamento non è stato un problema, sono fiducioso sul fatto che il progetto arriverà in porto, intanto abbiamo già disposto, attraverso diverse riunioni del comitato di sicurezza con i vari Comuni del litorale, un rafforzamento della vigilanza sul territorio. Ci sono state situazioni estreme e momenti di contrasto sul litorale, c’è stato l’intervento tempestivo delle forze di polizia e polizia Locale”, osserva Corda.
E, sulle future attivazioni delle telecamere, arriva anche una precisazione: “Non serviranno per elevare sanzioni, ma per verificare il numero delle persone presenti in spiaggia, in modo da monitorare il fenomeno e intervenire attraverso le opportune modalità. Confido che tutto parta entro l’estate”.


In questo articolo: