Cagliari, sorpresa dentro il Brotzu: “Piccioni nei bagni della Gastroenterologia”

Uno tra gli animali meno puliti sospeso a zampettare nella toilette dei pazienti: “Uno scandalo, portano malattie”. Dall’ospedale arriva la promessa di maggiori controlli e un appello ai ricoverati: “Segnalate queste cose direttamente al personale”

Un piccione che zampetta felice e spensierato sopra lo scarico del gabinetto del bagno utilizzato da tutti i pazienti del reparto di Gastroenterologia, al decimo piano. La fotografia è stata scattata, a fine gennaio, da Samuele Dessì, 34enne cagliaritano: “Mio padre è stato ricoverato al Brotzu per due settimane, poi purtroppo l’hanno dovuto trasferire all’Oncologico e, la settimana scorsa, è morto”. Il volatile, ovviamente, non c’entra nulla col decesso dell’uomo: “Ho voluto rendere pubblica questa foto perché è assurdo che nel sottotetto dei bagni di un ospedale ci vivano i piccioni, sappiamo benissimo che portano malattie”. Una presenza decisamente sgradita, quella dell’animale, in un reparto ospedaliero.
Dall’ufficio stampa del Brotzu, contattati da Casteddu Online, fanno sapere che “ci dispiace moltissimo e siamo rammaricati. Abbiamo già avvisato chi di dovere per compiere dei nuovi controlli, visto che, a tre settimane di distanza, è plausibile che qualcuno abbia già segnalato la presenza di piccioni. Invitiamo comunque tutti i pazienti e i loro parenti a segnalare episodi simili sempre, e direttamente, al personale medico”.

In questo articolo: