Cagliari, si finge carabiniere e rapina un corriere al Cep: in manette pregiudicato 45enne

Novità sul caso del “pacco misterioso” rubato a un corriere dell’Sda in piazza Pitagora. La polizia ha arrestato Stefano Sanna, un senza fissa dimora finito già in prigione per diversi reati: “Il pacco pesava varie decine di chili e proveniva dalla Spagna, dentro potrebbe esserci molta droga. L’indirizzo al quale doveva essere consegnato è risultato fittizio”

Ha un nome l’autore della misteriosa rapina fatta due giorni fa a Cagliari in piazza Pitagora. Stefano Sanna, 45enne cagliaritano e senza fissa dimora – già arrestato in passato e fuori dal carcere per decorrenza dei termini – è stato rintracciato dagli agenti dell’unità antirapina e del gruppo falchi al’interno di un’area di servizio tra la 131 e la via del Timo. I poliziotti non hanno dubbi: è lui ad aver prima minacciato e poi rapinato il corriere della Sda, fingendosi un carabiniere e mostrando una pistola. Con lui, probabilmente, c’era un complice, e le indagini stanno andando avanti per risalire anche a lui. Una rapina molto strana “e maldestra. Sanna e un’altra persona hanno raggiunto il corriere, il quarantacinquenne l’ha rapinato a volto scoperto. Una volta preso il pacco”, spiega il dirigente della squadra mobile di Cagliari Marco Basile, “lo stesso Sanna si è messo alla guida della sua Fiat Multipla ed è fuggito”.

 

Il plico, “molto grosso, si può trasportare solo con un carrello”, non è stato ancora ritrovato. “Nella parte del destinatario era segnata una società inesistente, la Joyas srl di via Balilla. A  quell’indirizzo c’è un rudere”, osserva ancora Basile, “il pacco arrivava da Malaga, in Spagna. Molto probabilmente conteneva droga, le nostre indagini vanno avanti per rintracciare il secondo uomo presente dentro l’auto”.