Cagliari, sfregio alla storia: “Al cimitero di Bonaria tombe usate come pattumiera”

Sembra incredibile ma è così, buste e sacchetti abbandonati vicino alla basilica: “Le dimore dei morti meritano rispetto, la città non si sporca da sola”

“Antiche tombe usate come pattumiera che ammorba l’aria”. Succede a Cagliari ,nel cimitero di Bonaria. E a lanciare l’allarme, documentandolo con le foto, è il presidente della commissione comunale della Sicurezza, Marcello Polastri: “Accade a breve distanza dal sacro suolo della basilica di Nostra Signora di Bonaria. È paradossale? Oserei dire ingiusto, oltre che di cartivo gusto, ma oramai non stupisce, semmai dispiace e rattrista sapere che queste dimore dei morti, modellate nella roccia piu di 2000 anni fa, meritano rispetto giacché gli incivili e i prepotenti non vogliono sentir ragioni”.
“L’area archeologica della scalinata di Bonaria è un sito antico del nostro vissuto cittadino”, ricorda Polastri. Ripulita in più occasioni, ancor oggi sotto Ferragosto, vive l’ennesimo incubo, perché è stata nuovamente usata come ad una pattumiera: pure nel sottosuolo vanno a finire i tanti sacchetti di spazzatura che, oltretutto, puzzano da far spavento. La città non si sporca da sola. E dal Comune, a spese di tutti, verrà ripulita ancora una volta, infaticabilmente”.


In questo articolo: