Cagliari, riaprono le palestre: “Termoscanner, mascherina, autocertificazioni ogni giorno e cambiate subito le scarpe”

Regole rigidissime nelle palestre cagliaritane che riaprono lunedì ai tempi del Covid: sarà misurata la febbre, si dovrà autocertificare ogni volta di non essere positivi, due ore per allenarsi e fare la doccia con massimo 8 persone negli spogliatoi, prenotare rigorosamente gli allenamenti. E all’ingresso scarpe sempre diverse e apposite, rispetto a quelle utilizzate per arrivare

Cagliari, riaprono le palestre: “Termoscanner, mascherina all’ingresso, autocertificazioni ogni giorno e cambiate subito le scarpe”. Regole rigidissime nelle palestre cagliaritane che riaprono lunedì ai tempi del Covid: sarà misurata la febbre, si dovrà autocertificare ogni volta di non essere positivi, due ore per allenarsi e fare la doccia con massimo 8 persone negli spogliatoi, prenotare rigorosamente gli allenamenti. E all’ingresso scarpe sempre diverse e apposite, rispetto a quelle utilizzate per arrivare. Queste le regole in una delle più rinomate palestre cagliaritane, il Tribune, che oggi in diretta Instagram ha presentato le nuove attività col coach Alberto Sulis. Prima di tutto, agli atleti sarà misurata la temperatura corporea all’ingresso: chi ha la febbre dai 37,5 gradi in più non potrà entrare al centro sportivo. Importante evitare ogni possibile contagio, rispettare le distanze di due metri tra gli attrezzi in sala pesi e prenotare con una App il proprio allenamento, gli ingressi saranno infatti tutti contingentati. Le scarpe “vecchie”, una volta cambiate dopo essere entrati sull’uscio della palestra, vanno subito messe dentro un sacco.

Ma cosa succede nelle varie palestre cagliaritane? All’Athlon in una diretta simile il presidente Davide Dotta ha illustrato a sua volta le variazioni di un’altra storica palestra cagliaritana: ci sarà una capienza massima delle persone e un percorso con segnaletica apposita per accedere alle sale. Anche qui distanziamento di due metri tra gli. attrezzi, con i tapis roulant ruotati verso il muro per evitare che il fiato vada addosso alle altre persone. Regole per ripartire in sicurezza. “Abbiamo cambiato per lavorare in grande sicurezza- dice Davide Dotta- ci vorrà pazienza ma ora è importante ripartire. Ci saranno prenotazioni e una ottimizzazione delle lezioni: dalle 6 del mattino potete chiamare in segreteria per prenotare il vostro spazio in sala pesi. Noi dovremo sempre registrare tutti gli ingressi, sapere chi viene e con chi viene. Abbiamo 11 posti nello spogliatoio maschile e 14 in quello femminile, in contemporanea”.

La Falcon Fitness riapre la sala pesi il 27 maggio, e dal 3 giugno i corsi. Ci si muove anche nell’hinterland: la palestra di Dolianova New Global Danfit riapre il primo giugno, sanificando e in piena sicurezza. Ma sarà boom dei personal trainer, per chi può permetterseli a una media di 25 euro a lezione, potrà così evitare ogni possibile assembramento.


In questo articolo: