Cagliari, rapina alla gioielleria “Murru”: “Le telecamere hanno ripreso tutto”

Potrebbero avere le ore contate i banditi che hanno portato via gioielli e soldi dalla storica gioielleria cagliaritana in via Dante. Natale Murru: “Abbiamo dato i filmati delle videocamere alla polizia”. GUARDATE la VIDEO INTERVISTA ESCLUSIVA

di Paolo Rapeanu

“La polizia ha tutte le registrazioni del video di quello che è successo. Mi trovavo fuori un momento, dentro c’erano mia moglie e una delle mie figlie”. A dirlo è Natale Murru, della gioielleria, in pieno centro a Cagliari, in via Dante, che porta da decenni il suo cognome. I banditi – due – sono entrati in azione quando lui non c’era. Sua moglie e una delle figlie hanno vissuto degli istanti che difficilmente dimenticheranno: i banditi, dopo aver arraffato dei gioielli e dei soldi, sono fuggiti a bordo di un motorino. Sul posto, dopo pochi minuti, è intervenuta la polizia, per svolgere tutti i rilievi del caso.

E proprio gli agenti avrebbero tra le mani i filmati della videocamera interna al negozio, come affermato proprio da Natale Murru. I malviventi, quindi, potrebbero avere le ore contate.



In questo articolo: