Cagliari, piazza Yenne regno dei venditori abusivi: i turisti fanno incetta di borsette e occhiali

Occhiali da sole piazzati sopra una scatola di cartone, borsette adagiate su un telo a pochi metri da gelaterie e bar: buoni affari, ma “illegali”, per chi vende senza autorizzazione. E i vacanzieri comprano senza mettersi troppi problemi

Piazza Yenne, anche a un respiro dall’estate 2018, si conferma “centro” per gli affari, anche quelli vietati dalla legge. I venditori abusivi, tra scatole di cartone utilizzate a mo’ di bancone per vendere occhiali da sole, borse e borsette messe in bella mostra sopra un asciugamano e oggettini-souvenir continuano ad essere “di casa” nella piazza stampacina. Anche in un mercoledì che ha visto molti vacanzieri gironzolare per Cagliari: c’è chi si è fermato per scegliere la penna o la calamita con la scritta “Cagliari”, magari da regalare ai propri amici al ritorno a casa, o provare questo o quel paio di montature. Ovviamente, manco l’ombra di uno scontrino o di una ricevuta.
Tutto alla luce del sole, a pochi passi dalle vie dello shopping. In una zona che, essendo di passaggio tra la via Roma e i rioni storici di Stampace e Castello, soprattutto nei mesi più caldi viene presa d’assalto da migliaia di turisti.


In questo articolo: