Cagliari piange Giancarlo Murgia, muore a 58 anni l’ex presidente degli “Angeli di Sardegna”

Addio a un uomo conosciutissimo. Macellaio alla Coop di via Mameli, cantore del gruppo San Giovanni a Villanova. Lascia due figli, le lacrime degli amici: “Mancherà a tutti”

Cagliari dice addio a uno dei volontari più conosciuti in città. Se n’è andato, a soli 58 anni, Giancarlo Murgia, ex presidente della onlus “Angeli di Sardegna”. Lascia due figli, Michele e Sara. A stroncarlo, stando alle primissime informazioni, un infarto, ieri sera, mentre si trovava a casa. Murgia non era solo un volontario: macellaio conosciutissimo, lavorava alla Coop di via Mameli. Lì, negli anni, ha servito tantissimi clienti, che ora lo piangono increduli. Sempre in prima linea nel mondo del volontariato, da tempo era uno dei componenti del gruppo dei cantori di San Giovanni di Villanova, il suo rione, quello dove era nato. La notizia della sua scomparsa ha già fatto il giro delle bacheche di Facebook. A piangerlo, tra i tanti, c’è anche Giuseppe Leori: “Non ci sono parole. Giancarlo è stato vicepresidente degli ‘Angeli di Sardegna’ dal 2012 al 2016, quando io ero presidente. Poi, ha preso in mano la Onlus lui, guidandola sino all’anno scorso. È stato un volontario con la v maiuscola, sempre a disposizione degli altri, soprattutto degli ultimi”, ricorda, con la voce rotta dalla commozione, Leori. E un tributo doveroso a Giancarlo Murgia arriva anche dal gruppo Facebook dei “Cantori San Giovanni Rione di Villanova”.

 

Tra i tanti che lo ricordano c’è un suo collega cantore, Mauro Branca: “Ho un ottimo ricordo di Giancarlo, era sempre pronto a dare una mano, mai una volta fuori dalle righe. Una di quelle persone che fanno gruppo e squadra, ecco chi era. Mancherà davvero a tutti, durante le nostre processioni ha sempre fatto intervenire, per il servizio d’ordine, i suoi ragazzi e ragazze della onlus. Lascia due figli, Michele e Sara”. L’ultimo saluto a Giancarlo Murgia avverrà domenica 23 maggio, alle 11, al cimitero di San Michele.