Cagliari, Pd: “L’asse mediano è sicuro, ma c’è chi corre oltre i 200 all’ora”

Marcello, Pd: “Siamo dispiaciuti per gli ultimi eventi tragici. Stiamo potenziando la sicurezza, Me c’è chi corre troppo. Abbiamo sanzionato con l’autovelox una persona che andava a 208 km orari. Se continua così ragioneremo sul limite a 50 Km/h”

Un morto venerdì e un altro incidente oggi. L’asse mediano si conferma come una delle strade a più alto tasso di incidenti in città. Ma il Comune spiega: l’asse è una strada sicura, sono in conrso miglioramenti, ma la colpa è delle distrazioni al volante e dell’alta velocità, che ha superato in alcuni casi, anche i 200 km orari.

“Siamo dispiaciuti per gli ultimi eventi luttuosi”, spiega Fabrizio Marcello, Pd, presidente della commissione Mobilità, “la maggior parte delle morti avviene per distrazioni e l’uso del cellulare e poi c’è la questione del rispetto della velocità, abbiamo sanzionato persone che correvano anche a 208 km orari. Noi stiamo facendo azioni di sensibilizzazione e stiamo lavorando alla sostituzione, complicata perché servono tutte le autorizzazioni ministeriali, dell’autovelox incendiato. Ma gli autovelox sono misure estreme e non di prevenzione. Se l’alta velocità dovesse continuare a costituire un problema siamo pronti a ragionare sul limite a 50 km orari”.

Il Comune ricorda l’elenco dei lavori fatti sull’asse mediano (“svincoli di via dei Valenzani e via Jenner in sicurezza oltre al nuovo impianto di illuminazione a led”) e da fare (“svincolo di Genneruxi e rotatoria di via Berlino per migliorare l’accesso a Genneruxi”).