Cagliari, parte la campagna “Indossa una mascherina rossa” per difendere le donne dalla nuova violenza

Stefania Loi, presidente Commissione Pari opportunità: “Nonpossiamo restare indifferenti, ci sono donne e minori che rischiano episodi di maltrattamento a causa delle restrizioni dovute al Coronavirus”

Cagliari, parte la campagna “Indossa una mascherina rossa” per difendere le donne dalla nuova violenza. Stefania Loi, presidente Commissione Pari opportunità: “Nonpossiamo restare indifferenti, ci sono donne e minori che rischiano episodi di maltrattamento a causa delle restrizioni dovute al Coronavirus”.

“E’ un momento molto difficile – spiega Stefania Loi – l’obbligo di rimanere a casa rischia di far degenerare situazioni già critiche in partenza. Da metà marzo ad oggi, la percentuale di denunce per violenza è scesa del 50% e, proprio per arginare al massimo questa problematica, qualche settimana fa, col Sindaco Paolo Truzzu e l’Assessore alle PariOpportunità Rita Dedola,abbiamo scritto alla Procura di Cagliari, chiedendo di attivarsi per intensificare i controlli.”

L’INIZIATIVA

“Nei giorni di Pasqua, con tante amiche,abbiamo realizzato un post sui principali canali social dal titolo “Indossa una mascherina rossa”. “Vogliamo sensibilizzare l’opinione pubblica e muoverci concretamente: invitiamo tutte le donne che ne abbiano voglia ad indossare una mascherina rossa, per proteggere e proteggerci. Il messaggio che ci sta a cuore è: non sietesole”, dice StefaniaLoi.

Se ti accorgi di qualcosa che non va, se hai bisogno di aiuto, non esitare a chiamare questi numeri:

 

•    il numero nazionale dei centri antiviolenza tel. 1522

 

•    il Centro Antiviolenza Donna Ceteris tel. 070 492400

 

•    il centro Antiviolenza Donne al Traguardo tel. 070 208013

https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=10221349559917421&id=1501220507


In questo articolo: