Cagliari, nasce il primo atlante linguistico sardo digitale: “Comprende tutte le varianti”

Il progetto LemONS, sostenuto dalla Fondazione di Sardegna, presentato nel capoluogo: “Ecco la piattaforma digitale che raccoglie tutti i lemmi utilizzati nell’Isola”

Per la lingua sarda il 2023 inizia all’insegna delle grandi novità. Con il progetto LemONS – frutto del lavoro di ricerca e studio del Collegio Scientifico de s’Academia de su Sardu e sostenuto dalla Fondazione di Sardegna – sarà presentato ufficialmente il primo step che conduce alla creazione del primo Atlante Linguistico Digitale dei Lemmi Sardi. Un’opera unica, di coesione linguistica, che riunisce e semplifica per la prima volta tutte le varianti delle parlate del Campidanese e del Logudorese-Nuorese, per arrivare a selezionare un’unica forma normata standard a cui ricondurre ciascuna variante.

Il progetto, che verrà illustrato nei dettagli dagli esperti Massimo Madrigale, Stefano Cherchi e Andrea Picciau, con l’apertura dei lavori di Alessandra Pinna e la moderazione di Giovanni Spanu e diversi ospiti internazionali, prevede la presentazione di una piattaforma digitale destinata all’inserimento e alla raccolta di tutti i lemmi fin oggi raccolti. Si tratta della prima fase di un percorso più ampio, che negli anni vedrà l’ampliamento del numero dei lemmi e la creazione di un atlante linguistico digitale.