Cagliari, l’sos: “A Genneruxi diversi cuccioli aggrediti dai cani grandi, la mia colf ha rischiato di restare ferita”

La denuncia di Giacomo Loddo, futuro medico residente in via Bonn: “Padroni incivili che lasciano i propri animali liberi di scorrazzare, nell’area cani troppi pericoli. Anche oggi il mio barboncino stava per essere morsicato: ora basta, chiamerò la polizia”

Padroni maleducati e cagnolini che rischiano di restare feriti dai loro simili più grandi. Succede a Cagliari, nell’area cani di via Bonn a Genneruxi: “Da molto tempo”, denuncia Giacomo Loddo. Ventisette anni, studente universitario di Medicina, vive nel rione da sempre “e ogni giorno, più di una volta, porto il mio barboncino nell’area realizzata dal Comune”. Lì, però, sembra regnare l’anarchia: “I proprietari dei cani più grossi li lasciano liberi, togliendo anche il guinzaglio. Anche oggi il mio cucciolo stava per essere azzannato, l’ho salvato all’ultimo prendendolo in braccio. E, qualche giorno fa, la mia colf ha rischiato di restare ferita perchè un cane stava per morsicarla ad una gamba”, racconta Loddo. Che, prima di rivolgersi a Casteddu Online, ha cercato di trovare una soluzione con i padroni degli altri cani: “Si difendono dicendo che i loro animali vogliono solo giocare e che non farebbero mai del male a nessuno. Ma non è così, ci sono stati dei cani azzannati anche negli ultimi mesi”.
Il giovane è ormai esasperato: “L’area cani dev’essere per tutti e servono regole, il guinzaglio dovrebbe essere sempre utilizzato. Non posso correre rischi ogni volta. Non so se ci siano delle telecamere, ma nel dubbio sono pronto a chiamare la polizia municipale”.


In questo articolo: