Cagliari, lotta tra la vita e la morte il 38enne rimasto ferito nello schianto di Selargius

È in coma l’uomo a bordo dell’auto che si è scontrata col pulmino sulla 387. I medici del Brotzu “stanno facendo tutto il possibile per salvarlo”

È in coma nel reparto di Rianimazione dell’ospedale Brotzu di Cagliari il 38enne, originario di Donori (come informano dall’ospedale), rimasto coinvolto nel terribile schianto sulla Ss 387 all’altezza del bivio di Selargius. L’uomo era uno dei due occupanti dell’automobile che si è scontrata, per cause ancora da chiarire, con un pulmino. E, a differenza di quanto emerso nei minuti successivi al pauroso schianto, bisogna ancora definire chi fosse alla guida della macchina. L’altro occupante della vettura, un 41enne di Cagliari, e il conducente del bus, un ventinovenne cagliaritano, sono invece fuori pericolo. Adesso, tutta la preoccupazione è legata alla sorte del trentottenne, che ha riportato diversi traumi. Stando alla ricostruzione effettuata dai soccorritori, a causa del violento impatto è stato sbalzato fuori dall’auto, sbattendo poi la testa violentemente sull’asfalto della statale.

 

“Il paziente ha un trauma cranico e uno toracico, è entrato in coma e i medici stanno facendo tutto il possibile per salvarlo”, queste le informazioni che arrivano dal piano terra dell’ospedale più grande della Sardegna. Il quadro clinico dell’uomo è costantemente monitorato, e maggiori informazioni potrebbero arrivare nelle prossime ore o nel corso della mattinata di domani.


In questo articolo: