Cagliari, le accuse choc per un disabile: abusi sessuali su un 13 enne

Una vicenda inquietante a Calamosca: un disabile di 59 anni accusato di avere abusato sessualmente di un tredicenne, con la scusa di aiutarlo a fare i compiti.

Una vicenda inquietante a Calamosca: un disabile di 59 anni accusato di avere abusato sessualmente di un tredicenne, con la scusa di aiutarlo a fare i compiti. Lui si chiama Santino Antonio Casula, è stato arrestato ieri dai carabinieri. Il reato è quello di violenza sessuale ai danni di un ragazzino minore di 13 anni, violenze che sarebbero avvenute in diverse occasioni, dal settembre 2017, quando il piccolo si recava presso a casa dell’uomo per seguire delle lezioni “doposcuola”. Misura cautelare per il badante dell’invalido, Giuseppe Mazza, per il reato di stalking perpetrato nei confronti dei genitori del minore che, venuti a conoscenza del fatto, lo hanno subito denunciato ai carabinieri di Cagliari. L’ arrestato invalido rimane ai domiciliari, lo stalker non potrà avvicinarsi ai luoghi frequentati dal ragazzino.


In questo articolo: