Cagliari, la scelta del Cocò: “Chiusi questo weekend ma niente psicosi meningite”

Clamorosa decisione della discoteca cagliaritana mentre impazza l’allarme meningite: “C’è un ‘ciclone’ che sta coinvolgendo la città”. L’organizzazione: “I portatori sani possono essere ovunque”

“In seguito al “ciclone” che sta conivolgendo la città di Cagliari in questi giorni il Cocó decide di rimanere chiuso per questo weekend”. Questo il post pubblicato sulla pagina ufficiale Facebook del Cocò discoclubbing, la discoteca cagliaritana finita al centro delle discussioni multimediali dopo gli ultimi casi gravi di ragazzi colpiti dalla meningite. Una scelta destinata a far discutere. L’organizzazione, comunque, tramite una nota girata nelle ultime ore, prende le distanze da chi unisce il locale con la diffusione del batterio.

L’organizzazione si è detta dispiaciuta per la morte di Giovanni Mandas, ma ha anche spiegato che non esiste nessun collegamento certo tra il luogo e il momento nel quale viene contagiata una persona. “I portatori sani possono essere ovunque vista la loro alta percentuale sul totale della popolazione (dal 5 al 25%) e il batterio, come e’ stato detto dai medici, non può sopravvivere fuori dal corpo umano nell’ambiente perché labile. Per quanto riguarda il nostro modo di lavorare questo e’ testimoniato dalla presenza di tante persone che scelgono il Cocò come offerta di qualità”.